CENTRO PARCO EX DOGANA AUSTROUNGARICA

Pietre scritte. Mostra fotografica di Marisa Pecol

PIETRE SCRITTE. MOSTRA FOTOGRAFICA DI MARISA PECOL

L’inaugurazione della mostra è prevista per domenica 8 marzo 2015, alle ore 17.00 presso il Centro Parco ex Dogana Austroungarica di Lonate Pozzolo, con l’autrice Marisa Pecol e il geologo Cristiano Nericcio. Seguirà un momento conviviale con i prodotti del Consorzio Produttori Marchio Parco Ticino.

LA MOSTRA
Se i ciottoli di fiume potessero parlare, ci racconterebbero affascinanti storie. Quante volte passeggiando nel Parco del Ticino ci interroghiamo sulla storia passata di ciò che ci circonda? I sassi e le pietre che incontriamo sul nostro cammino portano con sé una storia molto antica, hanno scritto il nostro passato e sono ancora lì, davanti a noi, per narrarci le loro storie.
Per centinaia di anni, il fiume Ticino ha avuto un ruolo ben diverso da quello ricreativo e sportivo di oggi, era fonte di lavoro e benessere per la gente che abitava questo territorio. Sulle rive del fiume si aggiravano i raccoglitori di sassi bianchi, sulle acque dei canali navigavano i barconi di sabbia, guidati dai barcaioli, mentre le prese d’acqua delle rogge facevano girare i mulini della valle.
L’indagine fotografica di Marisa Pecol vuole far emergere queste storie, ritraendo come soggetto principale proprio la pietra in relazione ai suoi più svariati utilizzi: per abbellire piazze e sagrati, per la produzione di ceramica o porcellana, sassi di ogni forma e dimensione per costruire cascine, stalle e strade di percorrenza. Il contadino, il mugnaio, il barcaiolo, il cercatore di pagliuzze d’oro erano gli abitanti di questo territorio che sfruttavano ogni cosa che il Ticino potesse donare, l’acqua e la pietra erano indissolubilmente legati al loro lavoro.

PROFILO BIOGRAFICO
Marisa Pecol è fotografa autodidatta. La sua prima esperienza con la fotografia avviene durante la primissima infanzia, dall’altra parte dell’obiettivo fotografico, come soggetto per il padre medico. Dalla madre invece acquisisce la gioia di documentare con la fotografia ogni momento della propria famiglia e delle proprie vicissitudini. Da questa passione famigliare Marisa ha iniziato a documentare tutti i suoi viaggi, e ultimamente anche ciò che le sta più a cuore, il contesto del Parco Ticino che la circonda. Ha esposto presso il Mulino Vecchio di Bellinzago la mostra “Acqua, Pietra, Lavoro” nel 2014. Per la mostra “Pietre scritte” ha scoperto il bosco d’inverno, i silenzi e la quiete delle lanche, l’acqua pigra che scende dal Lago, l’aria immobile tra vecchi muri abbandonati. Le fotografie della mostra ritraggono alcuni luoghi tra il Parco Ticino lombardo e piemontese.

RINGRAZIAMENTI
L’autrice desidera ringraziare per la collaborazione Luigi Azzarone, Ivo Toscani, Marta Barcaro, Gabriella Pedranti e soprattutto Claudio Guidotti.

8 marzo – 6 aprile 2015

Sabato, domenica e festivi, dalle ore 10.00 alle ore 18.00
Ingresso libero

Parteciperai all’evento?

facebook-event