CENTRO PARCO EX DOGANA AUSTROUNGARICA

Studio d’arte di Azelio Corni, fotografia di Andrea Penzo

In corso d’opera

AL MOMENTO SOSPESA. DATA DA DESTINARSI.
Fotografie di Andrea Penzo e Alberto Visconti, con opere di Azelio Corni
In mostra dal 15/03/2020 al 31/05/2020
Vernissage: Domenica 15 marzo 2020 alle ore 17.00 alla presenza degli artisti

LA MOSTRA
Lo spazio dove la mente creativa studia, lavora e produce, affascinata sempre perché svela quella parte più intima e complessa della tensione progettuale che accompagna ogni forma di opera d’arte.
Il gioco diventa ancora più intrigante quando si tratta dello “studiolo” di un maestro del calibro di Azelio Corni, artista agli esordi negli anni ’60, ben affermato oggi e operativo presso un affascinante edificio di archeologia industriale a Castelletto Ticino, in provincia di Novara. Non si può varcare la soglia del suo studio artistico, senza essere pervasi nell’animo da sentimenti di curiosità, imbarazzo e complicità.
La mostra “In corso d’opera” esposta presso il Centro Parco ex Dogana di Tornavento, grazie all’indagine fotografica di Andrea Penzo e Alberto Visconti, diventa allora una splendida occasione per conoscere il segno di Azelio Corni, la potenza espressiva e la densità fisica ed emotiva delle sue opere da un nuovo punto di vista.
L’esposizione non intende soffermarsi sul rapporto tra arte e fotografia che meriterebbe spazio a parte e molti altri spunti di riflessione, quanto sottolineare come le fotografie in questione non siano mero reportage degli ambienti, ma un’interpretazione personale di Andrea e Alberto di ritrarre il microcosmo dell’artista.
Grazie alla loro indagine fotografica tutti noi possiamo “sbirciare”, come ci fossimo dentro, lo studio privato di Corni, coglierne la stratificazione di una moltitudine di oggetti ricchi di fascino e importanza per il suo operato artistico.
Le fotografie di Andrea Penzo ci fanno comprendere l’importanza della luce che entra dalle grandi finestre e la notevole dimensione dello spazio in cui Corni si muove. E’ la luce che definisce gli spazi, così come i pieni e i vuoti delle masse cromatiche di Corni plasmano e caratterizzano le sue opere. Nelle fotografie scattate da Penzo, l’artista non è più importante del tavolo di lavoro o dell’affastellamento di tessuti e carte, tutto è sullo stesso piano dimensionale, a suggerirci come ogni cosa concorra nella realizzazione artistica.
Le fotografie di Alberto Visconti tradiscono una sorta di “religioso silenzio” rispetto al soggetto inquadrato. Ogni scatto, che sia l’artista con in mano il carboncino nell’attimo che precede il disegno, oppure le opere sparse sul pavimento oppure ancora gli imballaggi accatastati, viene eseguito con rispetto e riverenza.
Da questa mostra speriamo dunque possa emergere al visitatore quella speciale sincerità d’espressione che si ritrova nella sperimentazione artistica di Azelio Corni e nell’indagine evocativa delle fotografie di Penzo e Visconti.

La mostra è a cura di Marta Barcaro e Gabriella Pedranti di Ester Produzioni Soc. Coop., con il Patrocinio del Parco Lombardo della Valle del Ticino e del Comune di Lonate Pozzolo; con la collaborazione di Archivio Fotografico Italiano, all’interno della rassegna Festival Fotografico Europeo 2020.

PREVIEW
L’inaugurazione della mostra si terrà Domenica 15 marzo 2020 alle ore 17.00, alla presenza degli artisti.

GLI ARTISTI
Azelio Corni
Azelio Corni nasce a Sesto Calende nel 1948 e dopo la maturità classica si diploma in pittura all’Accademia di Brera. A partire dalla fine degli anni ’60 opera nel campo delle arti plastiche esponendo in numerose mostre personali e collettive con lavori improntati con una pittura scarna ed essenziale, già attenta più alla progettualità e al percorso del fare piuttosto che al prodotto.
C’è nel suo lavoro un prevalere dell’aspetto sperimentale e di ricerca, affiancato ad una costante attenzione anche ad altri linguaggi espressivi che, attorno agli anni ’80, portano il suo operare al di fuori dell’ambito strettamente pittorico.
Numerose le sue esposizioni in Italia e all’estero, tutte segnalate sul suo sito web www.azeliocorni.com.

Andrea Penzo
Andrea Penzo, nato nel 1992 ad Arona, vive a Castelletto Sopra Ticino; poco più che ventenne si avvicina alla fotografia che presto diviene vera e propria passione.
Nel 2015 si unisce come socio al Fotocinevideoclub Verbano di Sesto Calende, ambiente fondamentale per la sua crescita e formazione.
Nel 2017 espone alcuni lavori per la mostra “Oltre le Origini” presso la Fondazione Bandera per l’Arte di Busto Arsizio, in una doppia personale con l’artista Azelio Corni curata da Cristina Moregola.
Nel 2018 viene selezionato tra i cinque vincitori del progetto nazionale della Fiaf “Talent Scout”, nella sezione giovani, con il suo progetto “Ai confini della luce”.
Alcune delle opere che compongono “Ai confini della luce”, sono state esposte a Maggio al 70° congresso Fiaf a Cortona(AR), a Settembre nella sezione OFF della Biennale dei Giovani Autori a Bibbiena (AR) e ad Ottobre al “Carpi Fotofest Focus giovani” a Carpi (MO).
Nel mese di dicembre 2018 presenta insieme al fotografo Umberto Corni la doppia personale “Abitare Abitanti” nella galleria Cristina Moregola, la stessa mostra verrà poi riproposta nei primi mesi del 2019 presso la biblioteca di Castelletto S. Ticino.
Negli anni si contano anche numerose partecipazioni a “Dia Sotto le Stelle”, Festival Internazionale Arti Audiovisive, mostre personali presso fotoclub della provincia di Varese e una nomina in finale ad Oktoberfoto 2018 manifestazione fotografica internazionale, per il Premio Giuria Tecnica.
Nel 2019 viene selezionato per la partecipazione al Premio Arti Visive San Fedele 2018/2019, organizzato dalla Fondazione Culturale San Fedele di Milano. Premio conclusosi con una mostra collettiva tenuta nel mese di Dicembre e pubblicazione del relativo catalogo “Identità Natura e Destino”.

Alberto Visconti
Nato a Busto Arsizio (VA) il 31 dicembre 1977. Laureato in ingegneria informatica presso il Politecnico Milano, lavora come consulente-libero professionista negli ambiti dell’informatica medica, della comunicazione, della ricerca e della formazione presso strutture cliniche e istituzioni scientifiche di rilevanza nazionale. Da sempre appassionato di nuove tecnologie, di arte visiva in tutte le sue forme e di musica si è avvicinato in modo concreto alla fotografia nel 2014 frequentando – prima come corsista e poi come socio effettivo – lo storico Fotocinevideoclub Verbano di Sesto Calende (VA). In questa associazione dal 2010 ricopre il ruolo Segretario-Tesoriere, collaborando attivamente alla programmazione e all’organizzazione di tutte le attività del Club. Socio FIAF dal 2010, negli anni 2009-2019 partecipa a numerose mostre fotografiche: “Acqua Dolce” (Sesto Calende, 2014), Alimentazione, bisogno della vita” (Sesto Calende, 2015), “I Luoghi del Silenzio” (Sesto Calende, 2016), “Luoghi di Culto del Novarese” (Novara, presso il Duomo, 2016), “Sesto Calende e il suo territorio” (Sesto Calende, 2017), “ARONAIRSHOW” (Arona, 2016), “Ambiente Industriale” (Castelletto Sopra Ticino, 2018 – contest, secondo classificato), “Sesto Calende, Comune Europeo dello Sport” (Busto Arsizio, 2019), “Insolite Prospettive” (Varese, 2019).
Nel medesimo periodo partecipa annualmente con propri scatti alla manifestazione nazionale “Dia Sotto le Stelle” e saltuariamente alla rassegna Oktoberfoto (Varese) ottenendo in questo contesto, nell’anno dell’esordio, una qualificazione alla fase finale.
Nel 2018 partecipa con proprie foto al volume “Sesto Calende, Città da Amare” realizzato e pubblicato dalla Città di Sesto Calende in collaborazione col Fotocinevideoclub Verbano.
Nel novembre 2018 la prestigiosa rivista “il Fotografo” pubblica due sue foto sul tema “Fotografia Industriale” introdotte da una lusinghiera recensione del direttore Denis Curti.
Scatti su tema prevalentemente naturalistico sono stati poi pubblicati in numerose occasioni e negli anni su testate locali (la Prealpina, Giornale di Arona, Malpensa24).
Nel 2018-2019, coltivando la propria passione per l’arte visiva a 360°, partecipa alla realizzazione di una rassegna di corti cinematografici giunta ormai alla sua 4° edizione.
Nel 2018 si avvicina alla fotografia e alla ripresa aerea semiprofessionale con i droni sviluppando nel tempo numerosi progetti fotografici e multimediali.

ORARI
Sabato, domenica e festivi dalle ore 10.00 alle 18.00
Ingresso libero

CONTATTI
Centro Parco ex Dogana Austroungarica di Lonate Pozzolo
Via De Amicis, snc, Tornavento, VA
Ingresso mezzi motorizzati da Via del Gregge a Tornavento

in_corso_d'opera_Locandina 2